Pratica psico-corporea ideata negli anni Ottanta, negli Stati Uniti, da Jim Leonard.

Con tale pratica si insegna l’arte di cogliere in ogni momento, da ogni evento, il giusto insegnamento, l’aspetto positivo.

Anche in un evento negativo è possibile, secondo tale visione, cogliere elementi spronanti verso la conoscenza.

Parola chiave è integrazione, quale senso di piena compartecipazione positiva e creativa di ogni esperienza.

Tra mente e corpo è presente una mutua relazione, così ogni processo negativo si manifesta sul piano fisico. Con l’integrazione si raggiunge il superamento delle difficoltà, sospendendo il giudizio.  

Il metodo

Nel metodo Vivation si elencano cinque elementi, considerati quali abilità applicative:

  • nella prima si attua la “respirazione circolare” che consiste nell’eliminare le pause tra le fasi di espirazione ed inspirazione;
  • nella seconda si raggiunge un piacevole e completo stato di rilassamento;
  • nella terza si apprende a cogliere la presenza dei dettagli che sia mentalmente che fisicamente si manifestano;
  • nella quarta si sospendono l’analisi e il giudizio che condizionano l’individuo e lo portano ad emettere discernimenti negativi: è in questo passaggio che si realizza l’integrazione.
  • In ultimo si comprende l’importanza di vivere sempre felicemente, assaporando il più possibile il presente.

Per apprendere tale metodo bisogna affidarsi ad un trainer, che in un ciclo da 4 a 10 incontri, insegna la pratica Vivation.

 

tratto da “Enciclopedia delle Discipline Bio-naturali”,
Valerio Sanfo, ed A.E.ME.TRA.

Contattaci

A.E.ME.TRA. 
UNIVERSITÀ POPOLARE

Via Cernaia 25 interno cortile - 10121 Torino 

Telefono: +39 011.4375669

Celulare: +39 339.6501448
Fax: +39 011.19835580
E-mail: info@aemetra.it

Compila il modulo richiesta informazioni

Vieni a trovarci


View Larger Map